lunedì 9 settembre 2013

Lost in Creta - giorno 6

Niente mare oggi: si va al Palazzo del Minotauro, a Cnosso.
Ci si impiegano due ore all'andata e due ore al ritorno, ma insomma... essere a Creta e non visitarlo e' un peccato mortale. Cosi' arriviamo al sito (6 € a testa per entrare) e restiamo due ore . E' bello immaginare la magnificenza che fu, anche se e' rimasto poco... fa molto caldo, ma c'e' un bel vento. Ci sono dei cartelli che spiegano in inglese cosa si sta visitando... molto ammirata e' la sala del trono,:anche se simtratta di..... una sedia! D'altronde una volta le comodita' erano quelle!
Nel pomeriggio torniamo in albergo e restiamo a rilassarci nella piscina, giocando a carte.

sabato 7 settembre 2013

Che male, pero'...



E da oggi sono cosi'. 
Il bello di avere un fratellino...

domenica 1 settembre 2013

Lost in Creta - giorno 5

Dal momento che due giorni prima, visitare una spiaggia e poi una citta' ci aveva stancato, decidiamo di visitare Rethymno in mattinata e la spiaggia di Stavros nel pomeriggio per rilassarci.
Rethymno e' un paesino di mare piu' piccolo di Chania, ma forse ancora piu' carino e caratteristico. Unico oroblema: e' impossibile posteggiare, cosi' lasciamo la macchina su una salita e scendiamo a piedi. Facciamo una passeggiata piacevole per le viette, il caldo e' assurdo, ma all'ombra si sta abbastanza bene. Impieghiamo un paio d'ore camminando tra chiesette e stradine, l'Omino trova finalmente un cappello che gli va bene e poi ripartiamo per Stavros, di cui tutti su internet parlano bene.
Purtroppo e' introvabile, poco segnalata e quando troviamo la strada dobbiamo fare una ddviazione perche' e' chusa. Ci perdiamo tra i bricchi, ma finalmente (dopo aver chiesto informazioni a una greca col pancione) riusciamo a scendere. Inizialmente penso che non posso aver perso due ore per arrivare a una pozza d'acqua, ma poi mi rendo conto che e' un piccolo paradiso. Dopo Balos e' forse la spiaggia piu' particolare: su tre lati c' e' la spiaggia, piccola ma ben curata con tanto di mollette per tener fermi i teli e di inserviente che spazzola le sdraio appena liberate... dall'altro lato una montagna. L'acqua e' verde e subito molto profonda, in fondo ci sono scogli, ma non si toccano quasi perche' l'acqua e' davvero alta.