martedì 2 luglio 2013

Vita da Risacca

Qualche giorno fa
il mio adorato Omino dice "mi piace quando esci in giardino a piedi nudi". Io, sorridendo, gli ho risposto "E' vita da Risacca". Poi gli ho spiegato.
Mia madre, invece, ha capito subito.
La "Risacca" e' il nome del villaggio/camping in cui ho trascorso molte estati. Coi miei genitori e mio fratello, poi si e' aggiunta mia nonna, poi sono andata solo con lei e mia mamma, poi con le amiche, poi sola con mia mamma. Le strade famigliari di quando si arriva, la bouganville che ci accoglie all'ingresso, la musica, il mare, i piatti di pesce al ristorante. Si alloggiava in un piccolo bungalow in muratura con camera, bagno e cucinetta; fuori nel verandino si poteva mangiare, giocare a carte, leggere. Si girava in prendisole e costume da bagno, ciabatte da spiaggia e dopo l'apertitivo e la cena ci si lavava velocemente e ci si cambiava per vedere lo spettacolo in piazza. Una vita semplic, ma era il mio ideale di vita.

Adesso vivo in un bilocale grande quanto un piccolo bungalow in muratura, esco sotto il gazebo a leggere, bere il caffe' e faccio il bagno. Mi immergo nella piscinetta e sto in ammollo fino a quando non mi si raggrinziscono le dita. Poi prendo il sole sulla mia sedia reclinabile e dopo la doccia mi cambio per prendere un aperitivo e uscire a cena.
Solo che al posto di mamma c'e' un Omino e due gatte.

4 commenti:

  1. Mi piacciono le tue abitudini;)

    RispondiElimina
  2. Le buone abitudini non passano! :)

    RispondiElimina
  3. mi piace che, pur non essendoci scritta nel mio post la parola 'abitudini', l' abbiate usata :-)

    RispondiElimina